2008/03/09

Immagini e pensieri dalla manifestazione dell'8 Marzo: 4000 donne in Piazza!

Post in aggiornamento...

>> Foto

Per cominciare segnaliamo un album di foto bellissimo, lo trovate qui.

Poi le foto del TPO con comunicato...

Poi altre foto da Flickr


Poi una raccolta raccattata...





>> Rassegna(ta) Stampa




>> Video



Da Youtube:






Ami:


5 commenti:

Panzallaria ha detto...

io c'ero, con il mio compagno. Sono stata felice di esserci però credo che il corteo avrebbe potuto essere più incisivo se unito ad una proficua discussione sui temi che attualmente stanno minando la libertà di scelta e la salute delle donne; mi sarebbe piaciuto trovare in piazza un momento di confronto anche razionale e non solo la partecipanza emotiva. Inoltre credo che fin quando queste cose saranno fortemente connotate partiticamente e secondo il genere, come sembrava tanto in questo corteo, non si potrà mai promuovere una cultura diffusa.
speravo francamente che questo corteo potesse andare oltre l'etichetta di "corteo femminista" perché ora è in gioco un diritto che devono imparare a tutelare prima di tutto i maschietti.

sono loro che devono capire che parlare di aborto non è facile, praticare un aborto non è facile e che se ci fosse maggiore senso di responsabilità colletivo e di ciascuno, non saremmo al punto in cui siamo.

grazie e buon lavoro
è stata comunque una bellissima iniziativa e sono contenta di essere stata presente

francesca
panzallaria

Babs ha detto...

Cara Francesca,
sono molto contenta del tuo commento qui, sono riflessioni giuste che abbiamo affrontato nelle assemblee che hanno preceduto la manifestazione.
L'autorganizzazione ha portato alla decisione di lasciare la piazza alla sua spontaneità. A volte la paura di rendere ogni iniziativa troppo "pesante" porta all'eccessivo alleggerimento. Ci sono tante cose che ho in testa e vorrei aver detto alle donne e agli uomini che erano lì. Come denunciare i medici che non prescrivono la pillola del giorno dopo, i farmacisti che non la vendono. Ma ... non è finita qui!
E' solo l'inizio!
Ti aspetto alla prossima assemblea e ti invito a tenere un occhio su questo sito alla data di convocazione che ancora non è stata decisa...siamo tutte stanchissime!!!
Un abbraccio.

Anonimo ha detto...

UN SUCCESSONE!!!

Credo che sia stato evidente a TUTTE che dopo anni ( credo 15) a Bologna per l'8 marzo le donne siano scese “in campo” per manifestare .
Le donne e lesbiche hanno detto che ci sono, non sono d'accordo con le strumentalizzazione dei loro corpi, si vogliono riappropriare dei consultori, riaffermare i principi della 194, avere più rappresentanza femminile, allontanare la chiesa, le religioni e lo stato dal tema del generare, riaffermando la propria autodeterminazione. Nessuna morale su donne e lesbiche , non lo permetteremo più. Abbiamo fatto capire che non staremo zitte e che abbiamo scelto la lotta. Abbiamo dimostrato che la nostra storia è più forte di qualsiasi scambio politico sui nostri corpi. É stato molto bello anche il messaggio “+ preservativi – interruzioni” riportando alla luce la responsabilità del maschio e del suo seme.
Mi sono commossa nel vedere che mentre cantavamo o gridavamo i nostri messaggi tante donne si fermavano , ascoltavano e si univano a noi.
C'è stata osmosi, unità.
L'invidia è una brutta “bestia” e rispondo alle critiche con i fatti : eravamo 4.000,00 abbiamo riempito la città di messaggi condivisi da tutte. La scelta di partire da punti diversi della città per poi riunirci è stata condivisa . La rete delle donne ha saputo coordinare le differenze , ha dato spazio e voce a tutte. Mi è piaciuta molto Maia ironica e pungente, mi è piaciuta anche la musica e la voglia di stare insieme.
Eravamo belle e luminose delle nostre idee, donne e lesbiche consapevoli.
Rispondo a chi chiede dibattiti
Noi li facciamo tutti i giorni se avete voglia di frequentarci le varie associazioni organizzano sempre sui vari temi incontri, conferenze, tavole rotonde, film ecc.
l'invito è di frequentarci di + tutte e imparare anche dalle altre e continuare a costruire un sapere laico e non strumentale e perchè no di genere insieme.
Un abbraccio a tutte e COMPLIMENTI !!!
La battaglia è vinta, la guerra ha bisogno ancora di noi.
Marta Tricarico (rete delle donne di Bologna, UDI)

Anonimo ha detto...

imparato molto

Anonimo ha detto...

imparato molto